diredonna network
logo
Galleria: “Basta Photoshop”, Emily, Kate e le altre star che si sono arrabbiate con le riviste

“Basta Photoshop”, Emily, Kate e le altre star che si sono arrabbiate con le riviste

"Basta Photoshop", Emily, Kate e le altre star che si sono arrabbiate con le riviste
Foto 1 di 8
x

In principio fu Kate Winslet: l’attrice premio Oscar conosciuta che divenne famosa con la sua interpretazione in Titanic non ha mai nascosto di sentirsi pienamente a suo agio con il proprio corpo, anche se non esattamente filiforme e rispondente ai cliché. Le gambe tornite e il seno florido dell’interprete sono da sempre stati per lei una sorta di marchio di fabbrica di cui andare fiera, che l’ha resa tanto amata al pubblico, anche a quello femminile, proprio per il suo essere del tutto normale, naturale. Per questo rimase così colpita quando, nel 2003, la prestigiosa rivista GQ la piazzò in copertina con gambe chilometriche e magrissime e un vitino di vespa. Kate, come ogni donna intelligente e di spirito, approfittò dell’occasione per dire, con ironia, quello che pensava dell’eccessivo uso di Photoshop nei servizi fotografici.

In effetti, sulle copertine delle riviste patinate le celebrity appaiono sempre impeccabili, praticamente perfette dal punto di vista estetico; il che, va da sé, abbatte impietosamente l’autostima di noi povere, comuni mortali, che aspiriamo a raggiungere un tale ideale di bellezza.

Belle e vere: vip che (senza photoshop) "non superano" la prova costume

Belle e vere: vip che (senza photoshop) "non superano" la prova costume

Eppure non è tutto oro ciò che luccica e, se già il dubbio poteva esserci sorto spontaneamente, negli ultimi anni sono proprio le Vip a scendere in prima linea in una vera e propria lotta contro il fotoritocco, lanciando il messaggio che le foto che compaiono su giornali e magazine non rispecchino la realtà, perché non propongono delle immagini veritiere di quello che è davvero il loro aspetto fisico. Sempre più sono le stesse star a scagliarsi contro l’uso smodato di Photoshop, e ad arrabbiarsi con le redazioni per la decisione di pubblicare foto che sono state modificate ad hoc, eliminando anche il più piccolo difetto.

Insomma, una cosa che già sospettavamo – e in fondo un po’ ci auguravamo – ci è stata confermata: sì, anche le star hanno la cellulite, le occhiaie, la pelle non proprio levigata. E, soprattutto, anche loro hanno pesanti cali di autostima quando si accorgono che le loro immagini sono palesemente ritoccate, come a dire che non sono “abbastanza belle” nature.

In principio fu Kate, lo abbiamo detto, ma nel tempo la schiera delle insoddisfatte di Photoshop si è notevolmente allungata, e negli ultimi giorni la questione è stata riaperta nientemeno che da Emily Ratajkowski, una che di modifiche all’immagine certamente non avrebbe bisogno, ma che si è lamentata – e non poco – di quello che gli editor di una rivista hanno fatto al suo corpo.

Grazie Vip, per noi questa è davvero una bella consolazione!