diredonna network
logo
Galleria: GF Vip choc: Predolin e De Lellis, tra bestemmie e accuse di omofobia

GF Vip choc: Predolin e De Lellis, tra bestemmie e accuse di omofobia

GF Vip choc: Predolin e De Lellis, tra bestemmie e accuse di omofobia
Foto 1 di 16
x

È stata una puntata del GF Vip a dir poco scioccante quella andata in onda nella serata del 2 ottobre 2017. Al centro della scena, purtroppo, bestemmie e pesanti dichiarazioni ritenute omofobe. E poco importa che i due “autori” dell’una e delle altre, Marco Predolin e Giulia De Lellis, si siano professati innocenti – per “ignoranza”, secondo sua stessa ammissione, il primo, respingendo le accuse la seconda – le parole pronunciate nei giorni scorsi non sono proprio andate giù al popolo del Web e sono state oggetto anche di dibattiti televisivi, spingendo il Grande Fratello a prendere provvedimenti.

Ad avere la peggio è stato proprio il conduttore, che ha subito la stessa sorte capitata nella scorsa edizione a Clemente Russo (buttato fuori per una frase grave nei confronti delle donne, durante un colloquio con Bettarini), mentre sull’ex corteggiatrice di Uomini & Donne, in compenso, sono piovuti gli attacchi di Alfonso Signorini, che ci è andato pesante.

Nessuna parola di rimprovero, invece, per Jeremias Rodriguez, che nel corso della scorsa settimana si era espresso in toni a dir poco aggressivi nei riguardi di Daniele Bossari, salvo poi chiedergli scusa.

"Scusa se ti ho chiamato bastardo": le scuse di Jeremias Rodriguez a Daniele Bossari

"Scusa se ti ho chiamato bastardo": le scuse di Jeremias Rodriguez a Daniele Bossari

Con il televoto che è andato avanti regolarmente, un plebiscito ha sancito l’eliminato della settimana.
Ancora scossi per quanto accaduto durante la diretta, gli inquilini rimasti nella Casa hanno proseguito la puntata, decretando un nuovo capitano e scegliendo i nomi dei due nominati della prossima settimana.

Tutto questo, però, è inevitabilmente passato in secondo piano, perché, fra bestemmie e frasi choc contro gli omosessuali, c’è stato davvero ben poco da ridere.