diredonna network
logo
Galleria: La bellezza ipnotica delle persone albine in 11 scatti

La bellezza ipnotica delle persone albine in 11 scatti

La bellezza ipnotica delle persone albine in 11 scatti
Foto 1 di 11
x

Mai come oggi i canoni di bellezza sono stati tanto rivoluzionari. È vero, sì: viviamo in un’epoca in cui l’aspetto esteriore conta tantissimo, sicuramente troppo. Ma è anche vero che (forse per reazione) stanno cadendo molti tabù nel mondo della moda e della fisicità.

Pensate a Chantelle Brown-Young, la modella affetta da vitiligine:

La Storia di Chantelle, affetta da Vitiligine: "Mi chiamavano Mucca, Ora Sono una Top-Model"

La Storia di Chantelle, affetta da Vitiligine: "Mi chiamavano Mucca, Ora Sono una Top-Model"

Di una bellezza folgorante anche con quella pelle così particolare, Chantelle è il volto del momento. E pensare che da bambina la offendevano chiamandola “mucca”! Di modelle atipiche come lei ce ne sono tante ultimamente. Finalmente la moda, che ha così tante colpe nell’aver diffuso un modello di donna dalla magrezza eccessiva, si sta impegnando ad abbattere una dopo l’altra tutte le barriere legate alla bellezza.

Perché, infondo, cos’è davvero la bellezza? E cosa significa essere bella? Ce lo mostra questo toccante video:

Cosa significa essere bella?

Accanto alla moda, anche l’arte sta facendo un ottimo lavoro in questo senso. Yulia Taits è una fotografa israeliana. Che di recente si è lanciata in un progetto: catturare la bellezza ipnotica delle persone albine. Gli albini sono sempre stati vittime di pregiudizi infondati e solo oggi, perlomeno in Occidente, le cose stanno davvero cambiando. Mentre in paesi come l’Africa gli albini sono ancora additati e perseguitati, specie nei villaggi più piccoli.

Ritagliatevi un momento per perdervi nelle foto oniriche di Yulia Taits. Le persone ritratte hanno una bellezza eterea e impalpabile, che sembra dover soffiare via da un momento all’altro. E la fotografa ha saputo valorizzare questa bellezza con ritratti che sembrano usciti da una fiaba, in cui il bianco è l’unico colore presente. Un’autentica magia contro lo spettro della diversità.