diredonna network
logo
Galleria: Tattoos & Rescues: Cos’Hanno in Comune Cani di Razze “Pericolose” e Uomini Tatuati?

Tattoos & Rescues: Cos’Hanno in Comune Cani di Razze “Pericolose” e Uomini Tatuati?

Tattoos & Rescues: Cos'Hanno in Comune Cani di Razze "Pericolose" e Uomini Tatuati?
Foto 1 di 12
x

Purtroppo, come amaramente sappiamo, molto spesso l’abito fa il monaco e ci si sofferma soltanto sull’aspetto fisico, valutando negativamente chi ci sta di fronte senza una conoscenza approfondita. Per fortuna c’è chi lotta contro la superficialità. Un esempio è il fotografo Brian Batista che dal 2012 sta lavorando ad un interessante un progetto fotografico dal titolo Tattoos & Rescues.

In dettaglio, si tratta di scatti d’autore che hanno l’obiettivo di combattere gli stereotipi negativi e i luoghi comuni che riguardano le persone tatuate e alcune razze di cani come pitbull, bulldog o bull terrier.

Entrambi, a causa del loro aspetto, sono oggetto di pregiudizi e queste foto hanno proprio lo scopo di dimostrare che molto spesso l’apparenza inganna!

Batista afferma che l’idea è nata nel settembre 2012 in particolare a Birmingham, Alabama. Il fotografo ha voluto intraprendere il progetto in favore di una onorevole causa: quella dei cani salvati da situazioni difficili e appartenenti a razze considerate “pericolose” che vengono ritenuti da molti non adatti all’adozione perché traumatizzati da un passato di abusi e violenze e quindi considerati potenzialmente aggressivi.

Tuttavia in quel periodo, un triste avvenimento ha segnato il fotografo. Un suo caro amico è stato licenziato dal posto di lavoro a causa di un evidente tatuaggio commemorativo sul collo in ricordo del figlio scomparso quattro anni prima.

Il progetto, di cui vi proponiamo alcuni scatti in questa gallery, vuole dimostrare che, di certo, non tutti coloro che vantano tatuaggi molto vistosi sono persone negative e nemmeno tutti i pitbull o i cani appartenenti a razze usate per i combattimenti clandestini sono aggressivi e non idonei all’adozione.

Lo scopo di Batista è quello di combattere con i suoi commoventi scatti entrambi gli stereotipi in un unico progetto fotografico ritraendo cani di razze “pericolose” salvati da situazioni difficili e i loro proprietari tatuati. Le foto sono molto delicate e con grande sensibilità emerge tutto l’amore che questi animali dal duro passato hanno nei confronti delle persone che li hanno accolti. D’altra parte le foto mostrano uomini e donne che potrebbero apparire aggressivi con i loro corpi tatuati, ma che invece dimostrano grande amore e tenerezza. Perché non bisogna mai giudicare dalle apparenze!

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...