diredonna network
logo
Stai guardando: “Io, Francesca Barra e i suoi figli minacciati di morte” racconta l’attore disgustato su Instagram

"Io, Francesca Barra e i suoi figli minacciati di morte" racconta l'attore disgustato su Instagram

Claudio Santamaria parla in un video postato su Instagram dei numerosi insulti diretti a lui e alla compagna Francesca Barra.

Prossimo video

"Mamma, papà... Sono gay": la reazione dei genitori ai coming out dei figli

Annulla

Insulti e minacce per l’attore Claudio Santamaria e la giornalista Francesca Barra i quali si sono mostrati in pubblico ufficialmente come coppia nel luglio 2017, in onore della festa patronale della città di Matera. Un’uscita che ha sconvolto l’opinione pubblica e, purtroppo, in modo totalmente negativo. Il motivo delle recenti minacce ai due amanti pare sia proprio la loro relazione, considerata clandestina e ingiustamente immorale da numerose persone sui social. Incredibile come in una società moderna tale quella in cui viviamo ci si debba quindi ancora giustificare per le proprie scelte di vita, soprattutto se esse riguardano un ambito amoroso. Una diade, un insieme privato che così dovrebbe rimanere senza alcun commento e nessuna diffamazione. A parlare degli insulti ricevuti in questi ultimi messi, fatti sempre più pesanti e più duri da sopportare in silenzio senza intervenire in qualche modo, è stato lo stesso attore Claudio Santamaria (per la prima volta nel ruolo di regista al Festival del Cinema di Venezia 2017) attraverso un video pubblicato sul suo profilo Instagram:

Vorrei esprimere la più profonda indignazione e disgusto per il livello bassissimo e triviale in cui ancora versa oggi la nostra società civile. Mi riferisco a tutti i messaggi che sono arrivati alla mia compagna, Francesca Barra, riguardo alla nostra relazione. Messaggi minatori, messaggi offensivi, messaggi pieni di minacce. Minacce di morte a lei, a me e soprattutto, cosa che ritengo gravissima, ai suoi figli.

Ha spiegato l’uomo, visibilmente sdegnato dalla situazione che lui e la compagna stanno attualmente vivendo in questo determinato momento.

Un modo per denunciare chi, senza alcun tatto e nessun diritto, ha parlato della loro relazione come qualcosa di malvagio e depravato. Fulcro della situazione sarebbe infatti la separazione di Francesca Barra dall’ormai ex marito Marcello Molfino dal quale la donna ha avuto tre figli: Renato, 11 anni, Emma, 4 anni e la più giovane, Greta, 1 anno. Claudio e Francesca si sono conosciuti ben 25 anni fa, nei primi anni ’90, ma le strade diverse che avevano intrapreso li avevano separati: anche l’uomo, dal suo canto, ha dovuto far fronte a un matrimonio infelice con la designer di gioielli Delfina Delettrez Fendi dalla quale ha avuto una figlia, Emma. Un colpo di fulmine che non aveva mai dimenticato, almeno per Francesca Barra come aveva spiegato alla giornalista Sara Faillaci per F., e come riportato da Dagospia. Eppure per i social il loro ricongiungimento non è stato altro che un nuova caccia alle streghe in nome del “sacro vincolo del matrimonio“. Nulla di più ipocrita.

Queste persone devono essere perseguite dalla legge e a queste persone deve essere tolta la possibilità di esprimere la loro opinione pubblicamente attraverso i social network. Devono essere interdetti da qualsiasi social network perché hanno perso questo diritto.

Ha continuato il suo discorso Claudio Santamaria su Instagram, spiegando la situazione per quella che realmente era. Due persone innamorate, nulla più, che si sono ricongiunte dopo più di 20 anni e che si sono ritrovate davanti un muro di insulti. La cosa più scioccante in tutta questa faccenda è che tali minacce riportare dall’attore sono state esposte sui social da un funzionario pubblico residente in Basilicata. Dopo i ripetuti messaggi minatori, Claudio non ha più usato mezzi termini e ha proferito con trasparenza il suo nome:

Questi messaggi sono cominciati un po’ di tempo fa con dei post su Facebook di tale Domenico Mimmo Leccese, funzionario pubblico della regione Basilicata, messaggi anche questi pieni di falsità e di offese a noi.

E ancora Claudio Santamaria nei suoi video postati su Instagram condanna questi comportamenti e chiede quindi che il funzionario pubblico venga rimosso dalla sua carica:

Chiedo che questa persona venga rimossa da qualsiasi funzione pubblica soprattutto se questi messaggi gli ha scritti in orario di lavoro e con il computer dell’ufficio. Non penso abbia più il diritto di ricoprire un ruolo così importante in una società civile. Grazie.

Dal canto del funzionario pubblico è agghiacciante la sua completa leggerezza riguardo la situazione: per Domenico Leccese non c’è rimorso né senso di colpa e lo ribadisce a sua volta in risposta al video di Claudio Santamaria, attraverso un post pubblicato su Facebook:

Libero da incarichi istituzionali. Il sottoscritto è libero di scrivere liberamente sui social.

Lui, che il 17 luglio 2017, come mostrato negli screenshot da lui stesso postati, aveva scritto quel disgustoso “da tempo scopano” a mo’ di insulto e discriminazione, come se la relazione di Claudio Santamaria e Francesca Barra fosse qualsiasi di licenzioso e osceno. Ma quelli di Domenico Leccese non sono state le uniche minacce a cui la coppia ha dovuto far fronte dall’inizio della loro relazione.

Francesca Barra il 2 ottobre 2017 ha riportato la crudeltà di alcuni individui del web che la hanno definita una poco di buono e le hanno augurato perfino una morte “lenta e atroce”. Ma di atroce, in questo momento, non ci sono altro che gli screenshot, terrificanti, parole scritte nere su bianco da chi con una leggerezza inumana ha definito impura e viziata la relazione di un’altra persona. Con che diritto, quindi, parlare? Opinioni senza senso alcuno, più simili a un bullismo gratuito che ci fa rimpiangere con amarezza i tempi in cui i social non esistevano.