diredonna network
logo
Stai guardando: “Vi amo ragazzi”: finisce in un burrone e registra un video di addio

Ha aperto il primo parco con 0 barriere per disabili ed è fantastico

14 cose talmente trash che ci faranno dire "Le voglio!"

Ora anche Ken ha tanti nuovi corpi e look diversi

Kate e William: "E vissero felici e contenti"... Forse

Questa ragazza dice di essere la sosia di Emma Watson

ScanMaker, l'evidenziatore che scannerizza (e traduce) quello che sottolinei

Attenti al calzino e altre 16 situazioni divertenti per riderci un po' su

17 immagini che mostrano bellezza e follia della primavera

40 immagini ironiche (ma non troppo) sulla vita moderna in cui chiunque può riconoscersi (purtroppo)

10 motivi per cui la Pina piace tanto a noi donne

"Vi amo ragazzi": finisce in un burrone e registra un video di addio

Dopo un incredibile volo con la motocicletta giù in un burrone, Kevin ha deciso di lasciare un messaggio d'addio ai suoi amici, registrando un video con il proprio smartphone. "Sono stato stupido" dice ferito. Ma il destino aveva altro in serbo per lui...

Prossimo video

Beatboxer VS nipotina: ascoltate questa sfida e diteci chi è il migliore!

Annulla

Mi dispiace se sono stato stupido

Questo dice Kevin Diepenbrock, quarantunenne statunitense, mentre sdraiato a terra, il volto insanguinato, registra con il proprio smartphone un video messaggio destinato agli amici. Un filmato d’addio, molto probabilmente, dato che in quel momento Kevin si trovava in un burrone, a 50 piedi (circa 15 metri) dalla strada, ed era appena stato vittima di un incidente con la propria motocicletta.

Kevin viaggiava con un altro motociclista appassionato, Philip Polito, 29 anni, lungo il confine tra Tennessee e North Carolina, quando improvvisamente ha visto l’amico, che lo precedeva, frenare bruscamente. Purtroppo Kevin non ha fatto in tempo a fare altrettanto, ed è andato a sbattere contro la moto di Philip, in un impatto violentissimo che ha trascinato entrambi giù nel burrone che stava a pochi passi da loro.

Per Philip sfortunatamente non c’è stato nulla da fare, è morto sul colpo, ma Kevin, invece, è rimasto sveglio e vigile, seppur naturalmente frastornato e con diverse ferite, tanto che, dopo essersi ripreso, ha cercato di chiamare i soccorsi. I suoi tentativi, però, forse per il luogo in cui si trovava, sono risultati vani, così Kevin ha pensato di fare l’unica cosa che credesse utile in quel momento: ha preso il telefono ed ha registrato un video messaggio destinato a parenti ed amici, come un messaggio postumo che avrebbe testimoniato ciò che era successo e quali erano stati gli ultimi pensieri e parole di Kevin.

Ciao ha tutti, ho fatto una ca****a, è tutto quello che posso dire. Sono qui dalle 10:30 di questa mattina, a 50 piedi giù nel burrone. Volevo solo dire che vi amo, ragazzi.

Kevin, dentro di sé, sapeva che non ce l’avrebbe fatta: troppo isolato da chiunque, incapace di muoversi autonomamente e ferito, pensava che quelle sarebbero state le ultime ore della sua vita, così ha deciso di rivolgersi ai suoi cari, per salutarli un’ultima volta.

Incredibilmente, però. Kevin ce l’ha fatta: dopo ben 27 ore passate nel burrone, immobile, le grida di aiuto che aveva avuto ancora la forza di lanciare sono state sentite da una coppia  che stava passeggiando sopra di lui,  che ha naturalmente allertato i soccorsi. L’uomo, così, è stato finalmente raggiunto da un elicottero che l’ha tratto in salvo, portandolo all’ospedale. Per recuperare il corpo dello sfortunato amico, invece, ci sono volute altre sei ore.

Per Kevin la diagnosi parla di vari graffi ed ematomi, della rottura di dodici costole, della spina dorsale incrinata e di entrambi i polmoni forati, ma nonostante tutto crediamo che l’uomo ringrazierà, ogni giorno della sua vita, la sua buona stella, che ha deciso di salvarlo.

Quel video, adesso, può rimanere soltanto il brutto ricordo, da mostrare agli amici, di un giorno che comunque Kevin non potrà dimenticare mai.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...