logo
Galleria: 21 immagini che dimostrano che Pokemon Go è una follia che ci sta sfuggendo di mano

21 immagini che dimostrano che Pokemon Go è una follia che ci sta sfuggendo di mano

21 immagini che dimostrano che Pokemon Go è una follia che ci sta sfuggendo di mano
Foto 1 di 22
x

Pokemon Go nel giro di poche settimane ha invaso le nostre vite e sia che siamo noi i giocatori in prima persona, che semplici testimoni della follia che sta scatenando l’ultima app per smartphone della Nintendo, è bene constatare che la situazione ci sta decisamente sfuggendo di mano.

Se non avete mai sentito parlare di Pokemon Go, cosa abbastanza impossibile a meno che voi non viviate nelle caverne, si tratta di un gioco che ti permette di catturare le creature digitali (Pikachu e amici) del famoso gioco giapponese degli anni ’90 per GameBoy, girando per le strade della propria città. Un raro Pokemon potrebbe nascondersi dietro casa della nonna, sotto al nostro letto oppure nella strada dietro all’ufficio, proprio quella strada che non avevate mai fatto in 10 anni di frequentazione del quartiere. Se a sentirne parlare così il primo pensiero va ai bambini, vi sbagliate di grosso: il gioco infatti ha fatto presa in particolare sui trentenni e tutta la generazione dei millennials, che erano effettivamente bambini ai tempi dell’uscita del gioco. Questa app, la cui idea nacque come Pesce d’Aprile qualche anno fa, ha fatto salire alle stelle le quotazioni della Nintendo e i giocatori nel mondo sono in costante aumento: insomma… È già la mania dell’estate!

Ma come tutte le manie, è diventata subito una vera a propria follia, capace di farci passare ore alla ricerca di un Pokemon: si proprio noi, che solo qualche mese fa guardavamo male il nostro ragazzo che non ci ascoltava mentre giocava alla Playstation con gli amici! Che situazione… Dove siamo arrivate?! Ma non ce ne vergogniamo, è proprio divertente!

Sin dalla messa online del gioco però, sono stati tantissimi gli strani incidenti che si sono registrati nel mondo, sintomo che la situazione sta già sfuggendo di mano. Come detto infatti, se da una parte sono aumentati i chilometri percorsi dalla maggior parte della gente (che magari prima preferiva il divano e una consolle), il gioco ti costringe a camminare con lo smartphone alla mano, in cerca di Pokemon: una volta trovato, bisogna riuscire a catturarlo ed è in quel momento che la simpatica creatura digitale verrà sovrapposta ad immagine riprese con la nostra fotocamera integrata anche grazie a servizi di geo-localizzazione (insomma, non puoi giocare se rimani fermo). Questo comporta un continuo camminare con la testa china sul telefono ma molti ci giocano anche guidando la macchina e rallentando in caso di orme di Pokemon… Insomma una cosa davvero pericolosa!

Da ritrovamenti di cadaveri ad incidenti stradali, la mania ha contagiato anche i vip, ecco 21 immagini e notizie che ci danno un idea sulla situazione folle, divertente ma anche pericolosa che ha scatenato Pokemon Go nel mondo!