logo
Galleria: Virna Lisi che non aveva paura di invecchiare e quelle parole prima di morire

Virna Lisi che non aveva paura di invecchiare e quelle parole prima di morire

Definita "troppo bella per essere vera" Virna Lisi combatté tutta la vita contro la sua bellezza. E disse no al corteggiamento di Hollywood, per restare al fianco del marito e del figlio.

Virna Lisi è stata una delle attrici più complete e versatili del cinema italiano, nonché la donna definita “troppo bella per essere vera” da un articolo di Life, che le dedicò una copertina (unica italiana a guadagnare tale onore). Ammirata e invidiataci da tutto il mondo, corteggiata a lungo dagli Stati Uniti che, però, non riuscirono mai a strapparla davvero alle sue priorità, il marito Franco Pesci, sposato nel 1960, e il figlio Corrado, nato due anni più tardi, Virna è stata una diva che ha fatto della grazia e dell’eleganza il proprio marchio di fabbrica, sulla scia di Grace Kelly, icona di garbo e raffinatezza.

Anche per questo, oltre che per non separarsi dalla famiglia, il vero punto cardinale di tutta la sua esistenza, la Lisi rifiutò di approdare a Hollywood per infilarsi nei panni della nuova Marilyn Monroe; a lei, la parte della bambola bionda un po’ svampita proprio non piaceva. Come non gradiva l’idea di mettere la tutina argentata e la parrucca per interpretare Barbarella, parte che poi andò a un’altra bellissima, Jane Fonda.

Non ha mai avuto problemi a dire “no”, questa splendida donna diventata icona mondiale grazie anche all’ormai storica cover di Esquire firmata dall’art director George Lois, in cui la si vedeva alle prese con rasoio e schiuma da barba; ne ha detti molti, nella sua carriera, scegliendo di interpretare solo film che la convincessero veramente, ne ha detti anche ad alcuni uomini irresistibili. Frank Sinatra, ad esempio, che esattamente come Hollywood tentò di sedurla convincendola ad abbandonare il marito per una nuova vita americana.

Virna Lisi era donna tutta d’un pezzo, che non avrebbe mai rinunciato all’amore né lo avrebbe sacrificato in nome della carriera, che in effetti, nel corso degli anni, subì più di uno stop. Lusso che l’attrice anconetana poteva però permettersi, dato lo smisurato talento che non le faceva certo mancare dei ruoli.

Lei, la donna definita “troppo bella” della bellezza, in realtà, faceva un cruccio, e cercava di mascherarla, di nasconderla. Inutilmente, perché quei grandi occhi verdi e vagamente felini erano capaci di magnetizzare l’attenzione del pubblico anche quando, più matura, lasciò il cinema per dedicarsi principalmente alle fiction televisive.

Se n’è andata il 18 dicembre 2014, nel sonno, colpita da un cancro al polmone fulminante, un anno dopo la scomparsa dell’amato Franco, suo marito per 53 anni. Il figlio rifiutò la camera ardente in Campidoglio preferendo celebrare i funerali in forma totalmente privata, a riprova del fatto di quanto, nonostante il successo e la fama, fosse umile e piccolo il vero centro del mondo di Virna.

A suo nome è stato istituito un premio, come riconoscimento alla carriera assegnato ad attrici italiane che si sono distinte anche all’estero; mentre lei, che per tutta la vita era stata tentata e osannata fuori dai confini italiani, aveva alla fine sempre preferito il suo Paese. E il suo amore.

Virna Lisi che non aveva paura di invecchiare e quelle parole prima di morire

Virna Lisi che non aveva paura di invecchiare e quelle parole prima di morire
Foto 1 di 11
x
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...