logo
Galleria: Da obeso a modello: le cicatrici da perdita di peso diventano tattoo

Da obeso a modello: le cicatrici da perdita di peso diventano tattoo

Da obeso a modello: le cicatrici da perdita di peso diventano tattoo
Foto 1 di 16
x

Bello, pieno di fascino e tatuaggi, socialmente impegnato. Il modello Kevin Creekman – noto come The Creekman su Instagram – è un uomo con una storia interessante da raccontare: l’ha raccolta la rivista online britannica Metro e noi l’abbiamo tradotta. Barba e capelli lunghi, fisico scultoreo, tatuaggi artistici e piercing che ne coprono la pelle, perfino quella del collo e delle mani. Chi direbbe che un tempo non solo fosse sovrappeso? Ciò che è oggi è direttamente correlato alle sue esperienze giovanili.

Ognuno di noi è in realtà la somma di esperienze e scelte: Kevin ha scelto di tatuarsele sul corpo per nascondere le cicatrici che la chirurgia ha lasciato sul suo corpo. Quando aveva 18 anni, il modello era arrivato a pesare 150 chili: con una dieta con pochissimi carboidrati, tanto esercizio e un amico con cui sostenersi a vicenda, The Creekman è riuscito a perdere 80 chili, ma si è dovuto rivolgere alla chirurgia, come sempre accade in questi casi, per eliminare la pelle in eccesso.

Anche la chirurgia, però, ha lasciato profonde cicatrici: da qui l’idea dei tatuaggi, che gli hanno consentito di recuperare l’autostima perduta nascendo in una nuova persona, diventata ormai anche un personaggio di grande successo sui social.