logo
Galleria: Dallo smoking all’elefante: alla scoperta dei più divertenti (o eleganti) scalda pene

Dallo smoking all’elefante: alla scoperta dei più divertenti (o eleganti) scalda pene

Dallo smoking all'elefante: alla scoperta dei più divertenti (o eleganti) scalda pene
Foto 1 di 22
x

Si chiama scalda pene, ma in realtà non è un accessorio per l’inverno. Si tratta di un vero e proprio capo di lingerie che ultimamente ha trovato la sua massima espressione in un modello: Tux di Lelo è un vero e proprio smoking per il membro maschile, riservato alle occasioni importanti con la propria amata. Quindi è un preludio al sesso. E fa un po’ sorridere perché viene in mente il personaggio di Barney Stinson in “How I Met Your Mother”, che amava i completi e al tempo stesso collezionare amanti.

Di invenzioni assurde ne è pieno il web, una di queste è proprio lo squatty potty proposto in questo video:

Squatty Potty, perché hai sempre fatto la cacca nel modo sbagliato

In realtà Tux nasce in Scozia, dove esiste una vera e propria tradizione relativa agli scalda pene – chiamati infatti Willy Warmer. Anticamente non si trattava infatti di un vezzo erotico, ma di una vera e propria necessità in inverno appunto. L’azienda ha quindi reso la tradizione un po’ più di moda e ha lanciato quest’interessantissimo accessorio sul mercato. Ma non si tratta di un’eccezione.

Le dimensioni del pene

Le dimensioni del pene

Navigando in Rete esistono moltissimi modelli di scalda pene tra i più disparati. Ci sono quelli semplici e quelli più barocchi, quelli che si ispirano a Star Wars e quelli che prendono spunto dai Pokemon. E in alcuni casi si tratta dell’ultima frontiera del crochet. Come a dire: basta realizzare presine e scarpe da notte! Ora l’uncinetto abbellirà il nostro uomo (nudo).