Questo gatto è stato tatuato, il web è indignato - Roba da Donne

Fa 4 tatuaggi al gatto: le foto scioccano la Rete

Fa 4 tatuaggi al gatto: le foto scioccano la Rete
ngzt.ru
Foto 1 di 13
Ingrandisci

Gli Sphynx sono dei gatti particolari grazie al loro corpo completamente senza pelo. Uno di loro si trova in Russia e si chiama Demon e, oltre ad essere senza pelo, ha anche un’altra particolarità che non è affatto piaciuta agli animalisti: i tatuaggi.

Il suo padrone è un fanatico dei tatuaggi (ed è anche un tatuatore) e non si è voluto limitare a tatuare la sua pelle e quella di sua moglie. L’artista in questione si chiama Aleksandr Purtov e ha voluto tatuare anche la pelle del suo povero gatto con 4 tatuaggi abbastanza grandi. Nonostante il gatto sia stato sottoposto ad anestesia per non sentire alcun dolore, questo non giustifica un atto del genere… un gesto che un povero animale non dovrebbe mai neanche lontanamente provare.

I tatuaggi scelti per Demon rappresentano degli elementi che sono soliti tatuarsi i criminali russi (carte da gioco, sigarette e la torre di una prigione).

Il sito ngzt.ru ha voluto intervistare Aleskandr per cercare di capire il perché di questo gesto così strano e ingiusto nei confronti del suo gatto. Era davvero necessario? In risposta, il padrone si dice veramente dispiaciuto per il suo gatto (ma allora perché lo fa? Non si spiega!) Ecco quanto afferma:

“Certo, mi dispiace fare i tatuaggi al mio gatto perché lui proprio non vuole. La sua pelle è di un altro tipo, i tatuaggi sono applicati in modo diverso. L’anestesia viene iniettata nel muscolo, lui si addormenta, e io procedo. Il gatto si addormenta e non sente nulla. Spero che non sia dannoso per lui, non è il primo tatuaggio, si sente sempre normale, si allontana in silenzio dall’anestesia.”

È inutile dirvi che l’indignazione della gente è arrivata appena la notizia ha fatto il giro del web. La voce di disaccordo arriva anche da Elizabeth Skorynin – capo di un centro di riabilitazione per animali – che riferisce che i gatti Sphynx hanno la pelle molto sensibile e le eventuali piccole lesioni possono causare loro dolore e disagio. Inoltre, l’anestesia fa molto male a questo tipo di gatto, e se praticata più volte (e soprattutto inutilmente) c’è solo il 50% di probabilità che possa sopravvivere.

La risposta di Aleksandr si è limitata ad un semplice:

“Molti anni fa era normale per gli agricoltori fare i tatuaggi ai loro animali, quindi non c’è motivo di essere immorali al giorno d’oggi.”

Non c’è che dire, la storia di questo povero gatto è sicuramente strana, oseremmo dire mai sentita prima. Voi che pensate di tutta questa faccenda? Riuscireste mai a fare un tatuaggio al vostro animale?

Articolo originale pubblicato il 20 Febbraio 2017