La bellissima lettera di Lena Dunham alla se stessa di 10 anni fa

Lena Dunham scrive una lettera alla se stessa di 10 anni fa, per ricordarle tutto quanto è accaduto, nel bene e nel male.

Lena Dunham è sempre molto sincera sui suoi problemi di salute, anzi in generale sulla sua vita, da sempre attiva su molti fronti: dai diritti civili, al femminismo, ai diritti della comunità LGBT. È una dei pochi personaggi noti che da anni parla dell’endometriosi da cui è affetta, senza nascondersi, ma piuttosto cercando di far conoscere sempre più questa malattia poco nota.

Recentemente ha postato un’immagine su Instagram che la ritrae a 24 anni, e una seguente che invece la immortala oggi, e per l’ideatrice di Girls questa è stata l’occasione per scrivere una lettera alla se stessa di dieci anni fa.

Recentemente mi sono imbattuta in questa foto di me a 24 anni – si legge nel post – Ricordo esattamente dov’ero quando è stata scattata – il bagno di un bar nel caldo torrido di agosto, con un vestito vintage di mia madre, con questa sensazione travolgente (quella che si ha solo quando si è giovani) di essere sull’orlo di un grande cambiamento. Mi ha fatto chiedere a cosa avrebbe pensato quella ragazza se fossi potuta apparire in quello specchio e dirle cosa le avrebbero riservato i 10 anni seguenti.

‘Ciao, sono io, Lena, 34 anni. Non ci crederai, ma tra circa due mesi inizierai sei stagioni di uno show televisivo. Piacerà alla gente? Questa è una… Domanda complessa, ma ti piacerà farlo, e capirai esattamente cosa significa far sentire la tua voce. Oh, e scriverai libri. Tipo, libri interi. E sì, ti trasferirai completamente da casa dei tuoi genitori e fino alla fottuta California – non preoccuparti, so che è Hollywood ma non dovrai perdere peso, anzi lo prenderai – e qualche volta anche nel Regno Unito. E sì, avrai un milione di amici e collaboratori che ami e non ti sentirai sola come lo sei ora. Il che è un bene perché sì, hai presente quei dolori di stomaco casuali? C’è, tipo, un mucchio di chirurgia in arrivo. Ti toglieranno l’utero, cosa che so che sembra un po’ azzardato ma fidati, sarebbe stato un problema più grande quando saresti stata più grande. E poi dovrai disintossicarti. Ma non hai problemi di droga? Oh, ti prego, aspetta. E quando avrai la mia età avrai baciato circa 47 uomini (hai ancora una lista!) e nessuno di loro sarà tuo marito. E ancora non sai guidare, cazzo. Ma sai qual è la parte strana? Va tutto bene. Va più che bene. È esattamente quello che speravi quando sei andata in bagno e hai tenuto questa cosa nuova di zecca chiamata iPhone davanti allo specchio pensando ‘qualcosa di grande sta arrivando”.

In questi ultimi anni, in effetti, Lena Dunham ha affrontato diversi problemi, con la scoperta dell’endometriosi e la conseguente isterectomia subita nel 2018; parlando di quel momento, peraltro, l’attrice ha poi scritto un toccante saggio per Harper’s Magazine, proprio per raccontare a cuore aperto quell’esperienza.

"Da quando non sono più fertile voglio un bimbo": la potente storia di Lena Dunham

La scelta di rimuovere utero e cervice è stata fatta proprio nella speranza di eliminare anche i terribili dolori provocati dell’endometriosi. Perché, dopo dieci anni di dolore, poche certezze e una serie di interventi chirurgici, Lena voleva solo dire addio al suo nemico e al suo utero.

"Benedetto il giorno in cui ho scelto l'isterectomia"

Una scelta difficile, che, oltre a rimuovere parte dell’apparato genitale femminile, non garantisce l’eliminazione dei dolori. Insomma si trattava di un salto nel vuoto, ma anche l’unica soluzione possibile per Lena. L’attrice nel tempo si era sottoposta a qualsiasi tipo di cura: farmaci, interventi, terapie e messaggi di ogni genere ma nulla ha mai fermato il suo dolore, che a quel punto era diventato insopportabile.

Lena Dunham ha sempre ammesso che ci sono state delle complicanze, ma anche che, per lei, l’isterectomia sia indubbiamente stata la giusta scelta. Ha rivelato in un’intervista a Vogue

Oltre alla malattia dell’endometriosi ho avuto le mestruazioni retrograde, ovvero durante il mio periodo il flusso invadeva anche il mio stomaco, così che era pieno di sangue. La mia ovaia si è insediata sui muscoli attorno ai nervi sacrali nella mia schiena, quelli che ci permettono di camminare.

Ma Dunham ha rivelato anche di aver perso i capelli a causa di una malattia autoimmune; insomma, in questi dieci anni nella sua vita sono successe davvero molte cose, positive e negative. Le abbiamo ripercorse in gallery, assieme alla sua carriera.

La bellissima lettera di Lena Dunham alla se stessa di 10 anni fa
Fonte: web
Foto 1 di 20
Ingrandisci

Articolo originale pubblicato il 12 Maggio 2017