La risposta di Michele Bravi a chi gli scrive: “Sei troppo magro. Stai mangiando?”

Michele Bravi risponde così alla domanda di un fan preoccupata per il suo aspetto fisico. Il cantante, da astro nascente della musica italiana al terribile incidente in cui ha perso la vita una donna, conosce il peso delle parole e dei giudizi su un'anima fragile.

Il successo improvviso, i fan che urlano il tuo nome, la tua faccia su tutti i giornali, le persone che cantano a memoria le tue canzoni: Michele Bravi si è ritrovato così, da un giorno all’altro, catapultato nel dorato mondo dello spettacolo, realizzando il sogno che cullava sin da bambino.

Da Città di Castello alla fama, passando per il talent show, con la vittoria della settima edizione di X Factor (categoria under 16-24, capitanata da Morgan), fino al palco dell’Ariston, dove nel 2017 canta Il diario degli errori.

Che fine hanno fatto i personaggi delle passate edizioni di X Factor
16

Il tutto senza dimenticare l’ala protettrice di Tiziano Ferro, che lo scopre proprio durante il percorso al talent e che per lui, con Zibba, scrive La vita e la felicità, brano che lo condurrà alla vittoria.

Oggi Michele non ha ancora 26 anni, ha conosciuto il successo dopo un percorso non facile fatto di disillusioni e depressione, ha vissuto l’amore con un regista, raccontato ai suoi fan in un “anomalo” coming out, in cui rifiuta ogni etichetta e parla di “relazioni fluide”, ma ha anche vissuto un terribile dramma: a novembre del 2018, infatti, mentre si trovava alla guida della Bmw del car sharing Drive Now, ha provocato un incidente stradale costato la vita a una donna, Rosanna Ida Colia.

Più recentemente, invece, si è trovato a dover rispondere alle insistenti domande dei follower sul suo aspetto, che appare più esile del solito, in un modo estremamente maturo. “Sei troppo magro ultimamente – comincia così la domanda del fan su Instagram – stai mangiando?”

Questa la replica del cantante:

Fonte: instagram @michelebravi

Michele ha quindi colto l’occasione per ricordare quanto certe domande sull’aspetto fisico possano essere deleterie per le persone più fragili e più intimorite dal giudizio altrui. Del resto, con tutto quello che ha passato nel giro di così pochi anni l’artista umbro, tornato alla ribalta in tv con Amici Speciali nel 2020 e nel mercato discografico con La geografia del buio, sa bene quanto le parole della gente, che a volte suonano più come sentenze, possano pesare sulla psiche.

Rispetto al procedimento legale nei suoi confronti, Bravi è stato rinviato a giudizio nel luglio del 2019, mentre, nel corso dell’udienza preliminare, il 23 gennaio 2020, ha chiesto il patteggiamento per un anno e sei mesi di reclusione con sospensione della pena e non menzione nel casellario giudiziale, richiesta accettata dal GUP di Milano a luglio del 2020.

Stando alla ricostruzione dell’incidente fatta dalla polizia locale, Bravi sarebbe stato responsabile di un’inversione di marcia vietata in via Chinotto, a Milano, impattando così contro la Kawasaki verde guidata dalla 58enne, deceduta al pronto soccorso dell’ospedale San Carlo un’ora dopo il terribile impatto.

Dopo la notizia Michele ha subito annullato gli impegni professionali, facendo sapere, tramite il suo legale, Manuel Gabrielli, “Ho bisogno di fare un passo indietro e lasciare che chi di dovere possa fare il proprio lavoro senza interferenze. Il silenzio è la forma di rispetto a cui affido tutti i miei pensieri“.

Le prime parole social dopo l’incidente, invece, quattro mesi dopo quel drammatico episodio che ha sconvolto la sua vita.

Ciao, sto cercando di ricostruire piano la realtà. Vi voglio bene.

In gallery, ripercorriamo la storia e la carriera di Michele.

La risposta di Michele Bravi a chi gli scrive: “Sei troppo magro. Stai mangiando?”
Fonte: instagram @michelebravi
Foto 1 di 16
Ingrandisci

Articolo originale pubblicato il 28 Marzo 2019