VIP depilati vs VIP 'nature', quali preferite? - Roba da Donne MEDIA

VIP depilati vs VIP "nature", quali preferite?

VIP depilati vs VIP "nature", quali preferite?
Fonte: Web
Foto 1 di 12
Ingrandisci

Eh sì, ne è passato di tempo dall’uomo di Nehandertal! Certo, la vita doveva essere molto più semplice quando nessuno si preoccupava dei peli in eccesso. Oggi invece non solo per noi donne, ma anche per molti uomini la depilazione è diventata un atto di routine. E se iniziano a circolare movimenti di donne che si ribellano alla ceretta, sempre più uomini si preferiscono senza peli sul petto. E molte donne, pare, apprezzano.

Le statistiche parlano chiaro, più dell’80% delle donne dichiara di preferire l’uomo glabro. La pelle liscia dà a molte un’impressione diversa: gli uomini depilati sembrano, in media, più desiderabili e persino più giovani. Le zone in cui le donne proprio non gradiscono vedere peli? Sempre secondo le statistiche sono la schiena, i glutei e persino il petto.

E i maschi che ne pensano? Che si tratti di vanità individuale, di volontà di piacere al gentil sesso o di igiene (molti la usano come “scusa”), l’uomo si è in gran parte adeguato. E se una volta, ai tempi dello 007 di Sean Connery, un petto villoso era simbolo di virilità… forse oggi non è più così. Certo, va detto che una schiena pelosa non è mai il massimo. Ma un uomo più liscio di voi, comprese braccia e gambe… sicure che vi piacerebbe davvero? (Ben il 22% delle donne, attenzione, dichiara di preferire gli uomini con le gambe glabre!)

Tantissime sono le star che scelgono la depilazione, da Brad Pitt a Matthew McConaughey. Numerosi i calciatori (vedi alla voce David Beckham, che in compenso sta rimpiazzando i peli sul petto con una moltitudine di tatuaggi). Resistono strenuamente, però, gli irriducibili dell’aspetto “nature”. In questa gallery abbiamo messo a confronto 10 vip amanti della ceretta con altrettanti che, invece, pare non vogliano proprio sentirne parlare. Certo, l’importante è che si piacciano loro stessi. Ma in tutta confidenza: voi chi preferite?

Articolo originale pubblicato il 19 Dicembre 2016