L'ideale di bellezza femminile a inizio Novecento nei vari Paesi - Roba da Donne

L'ideale di bellezza femminile a inizio Novecento nei vari Paesi

L'ideale di bellezza femminile a inizio Novecento nei vari Paesi

flickr.com

Foto 1 di 25
Ingrandisci

Paese che vai, bellezza che trovi. Come sappiamo, gli ideali estetici sono estremamente diversi e variegati nei vari paesi del mondo, ma non è solo il fattore geografico a cambiare i prototipi e gli standard per cui una donna viene giudicata esteticamente piacevole; anche gli anni, le diverse epoche, il tempo hanno contribuito a cambiare il concetto di bellezza femminile, rendendo, di volta in volta, una tipologia fisica come la più apprezzata sotto quel punto di vista.

Ora, fermo restando che un canone di bellezza ideale universalmente valido e accettabile non esiste, e che, in fondo, la perfezione estetica sia, oltre che irraggiungibile, sinceramente inesistente, è senz’altro interessante notare come, nel tempo, si sia evoluto il pensiero a tal proposito, e in che modo nei paesi del mondo.

In questa gallery, proposta da TPI e da flickr.com, c’è una carrellata di volti femminili di inizio Novecento, molto differenti tra loro, perché legati indissolubilmente alla cultura e alla società da cui le donne immortalate in queste cartoline dei primi del secolo provenivano. A quel tempo, infatti, in concetto di bellezza era instrinsecamente connesso alla storia e alle origini del proprio popolo, alle tradizioni e ai costumi; per questo, le donne ritratte mostrano abiti, accessori, pettinature tipiche del proprio paese di appartenenza. Non pensate, quindi, solo a dame con graziosi cappelli a veletta e delicati nei finti, nella gallery sono raffigurate anche guerriere, ballerine, persino una donna torero!

Noi le troviamo tutte davvero bellissime, e ricche di quel fascino e mistero tipico di un tempo che, pur lontano da noi, rimane sempre magicamente ammaliante.

Ti è stato utile?
Rating: 3.3/5. Su un totale di 3 voti.
Attendere prego...