diredonna network
logo
Stai guardando: Il trucco del papà per far smettere di piangere la neonata in pochi secondi

Brestfeeding yoga: l'ultima frontiera dello yoga è... allattando

È incinta al 7° mese ma non ha la pancia: la modella che preoccupa il web

Bobo Vieri, non c'è due senza tre: chi è la nuova velina del bomber

9 curiosità sull'orgasmo: sicure di conoscerle tutte?

Fare yoga bevendo birra: ecco la Bier Yoga

Cantante metal ferma il concerto per difendere una ragazza da una molestia sessuale

Terremoto a Ischia. Il salvataggio del bambino di 7 mesi. Salvi anche i fratellini di 7 e 11 anni

"L'età è solo un dettaglio": 12 segreti di eterna giovinezza di Iris Apfel

Arriva "Frozen, il musical" e Kristoff cambia pelle

14 artisti under 25 che non puoi ignorare se non vuoi sentirti "vecchia"

Il trucco del papà per far smettere di piangere la neonata in pochi secondi

Cari mamme e papà, se pensate che non ci siano soluzioni al pianto della vostra bambina, guardate questo video e vi ricrederete.

Prossimo video

Arriva la macchina del caffè portatile con le cialde

Annulla

La tecnica esposta in questo video è molto semplice, non richiede metodi quantistici o manuali sull’infanzia da studiare a memoria. Serve solo un po’ di empatia, una buona dose di pazienza e abbastanza voce. Sì, perché la soluzione al pianto della vostra bambina risiede nell’intonare in maniera pacata ma sicura l’Om, il mantra del Buddismo tibetano.

A testarlo è stato un papà di San Diego, negli Usa, di nome Daniel Eisenman. La sua professione, cioè quella di motivatore, deve avergli facilitato la scoperta proprio perché “motivato”, usando un gioco di parole, a far tacere la neonata alle prese con urla e pianti.
Mentre Daniel era in diretta su Facebook, sua figlia Divina ha iniziato a strillare come tutti i bambini appena nati. Non conosciamo le motivazioni per le quali la bimba abbia iniziato a piangere (forse per fame? forse per sonno? forse per richiamare le attenzioni da parte del papà?), ma sappiamo per certo che per calmarla non c’è voluto molto. Anzi, per dirla in breve, non c’è voluto niente.
Daniel, infatti, l’ha rivolta verso di sé, l’ha guardata in maniera fissa negli occhi e ha intonato per lungo tempo l’Om tibetano.
La piccola, come per magia, ha smesso di piangere e strillare. Sì, proprio come per magia.

Addio ai giochetti utilizzati per tenere buoni i vostri piccoli, addio alle canzoncine inventate durante la notte per far sì che smettano di piangere, addio anche alle gare di smorfie più assurde per cercare di farli sorridere. La soluzione è a portata di mano e si trova in un forte, lungo e amorevole Om.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...